Ashure – Un dolce al cucchiaio

Una ricetta protagonista nella tradizione culinaria turca e albanese

Ashure – Un dolce al cucchiaio
data-auto-format="rspv" data-full-width>

L’Ashure o asure è un dolce antico, che affonda le radici nella cultura ottomana intrecciandosi nelle mitologie balcaniche, arabe e giudaiche. Non a caso il suo nome, che fa riferimento a una festività musulmana, convive con un altro di sapore invece ebraico: “budino di Noè”. Oggi è protagonista nella tradizione culinaria turca e albanese.

Conosco una città
che ogni giorno s’empie di sole
e tutto è rapito in quel momento
Me ne sono andato una sera
Nel cuore durava il limìo
delle cicale

Sicuramente vi state chiedendo quale sia il collegamento tra i versi di Ungaretti e la ricetta di oggi. La risposta è facile.

Mi risvegliano entrambe la nostalgia per la mia terra, i ricordi che mi legano a essa.

Questo dolce al cucchiaio mi ha accompagnato durante la mia infanzia, quando il negozio all’angolo della scuola diventava un punto di ritrovo tra amici e dove spendevamo i nostri spiccioli per comprarci questo dolce al farro, ashure. La preparazione è facile e veloce.

Ashure: il budino senza latte e uova

Dosi per: 1 porzione
Difficoltà: Bassa
Stampa la ricetta

Ingredienti

  • 250 gr di grano o farro biologico
  • 100 gr di zucchero
  • Uvetta
  • Mandorle a pezzetti
  • Cannella
  • Chiodi di garofano

Istruzioni

  1. Sciacquare il grano/farro e metterlo a bollire aggiungendo tre bicchieri d’acqua. Io uso il farro perché cuoce più velocemente.
  2. A metà cottura cambiare l’acqua e aggiungere lo zucchero.
  3. Si consiglia di usare lo zucchero di canna per dare all’acqua un colore più caramellato, ma in questo caso la quantità di zucchero usata deve essere maggiore a quella sopra elencata.
  4. Aggiungere una piccola stecca di cannella, i fiori di garofano, le mandorle tritate e l’uvetta.
  5. Bollire fino a quando il farro non è ben cotto.
  6. A questo punto in un bicchiere sciogliere 2 cucchiai di fecola di patate in acqua fredda e aggiungere il risultato a tutto il resto.
  7. Togliere la stecca di cannella e i chiodi di garofano (quelli che potete).
  8. Lasciare altri 2 min in ebollizione e quando è ancora caldo preparare le mono porzioni negli appositi contenitori.

Lasciare raffreddare e servire con una spolverata di cannella in polvere e mandorle tritate. Buon appetito!

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

Discussione su questo articolo

Exit mobile version